Il risveglio della kundalini nelle fiamme gemelle

12 marzo, 2012

Amore e Spiritualità

Il risveglio della  kundalini nelle fiamme gemelle

Quello della riunione con la Fiamma Gemella è un dono che giunge d’improvviso dall’alto. Tale dono sopraggiunge quando si è pervenuti alla giusta maturità spirituale. Rappresenta la fase finale del ciclo delle reincarnazioni prima dell’Ascensione ed è per questo che si affronterà con sufficiente serenità un cambiamento così complesso e radicale avviatosi il quale si comprenderà che la riconnessione con la Fiamma Gemella equivale all’assolvimento di un compito importantissimo: alla luce della verità, si è chiamati a diffondere tra gli uomini quel messaggio d’amore che gli stessi hanno dimenticato. Si è angeli in terra e quel divino dal quale si è provenuti ritorna ad essere la vera realtà in virtù della quale vivere e far vivere.
La consapevolezza di tutto questo, però, avviene lentamente e solo dopo aver superato degli stadi di evoluzione non semplici.

Il sentore che c’è qualcosa di diverso in quell’incontro appena verificatosi è immediato. Dal primo momento senti l’altro dentro come presenza viva, quando ci sei insieme sembra di essere in un altrove senza tempo, con i suoi occhi nei tuoi occhi potresti andare avanti per ore e continuare ad esplorare l’infinito. È un aversi costante nel cuore, la priorità assoluta è incontrarsi per guardarsi e anche senza parlare comunicare quanto dall’Eternità si ha da raccontarsi. Tutto acquista una luce differente quando ci sei insieme, è un valore unico che rimane impresso a fuoco dentro. La cosa incredibile è che ti sorprendi a fare gesti nei suoi confronti che sono di una familiarità che non comprendi da dove possa provenire e questo da subito. Tu pensi e l’altro svela i tuoi pensieri. Hai la certezza che il sogno sia un’altra realtà in cui incontrarsi e viversi e spesso durante la notte ti ritrovi d’improvviso ad aprire gli occhi verso quello squarcio dischiusosi lì davanti a te dal quale il suo viso ti sorride e ti accarezza con lo sguardo. Assurdo!
L’assenza momentanea dell’altro porta ad una sofferenza complessa e senza paragoni, il cuore pena intensamente e si placa solo all’incontro successivo. Il bisogno di accompagnarsi è immenso.
Spesso ci si ritrova stesi sul letto o sul divano, con gli occhi fissi al soffitto per ore a domandarsi cosa stia succedendo, chi sia questa persona, come possano accadere cose così straordinarie.
È tutto vero? È pazzia?
No, non è pazzia, è l’inizio del risveglio dal lungo sonno che consentirà, attraverso una vera e propria metamorfosi, di ritornare ad essere gli esseri divini originari, al servizio del divino amore che ci sovrasta.
È l’energia dello spirito, la kundalini, che si desta e pervade entrambi, a far sì che tutto questo accada: da quel momento il processo di purificazione e di elevazione ha inizio. La purificazione che la kundalini opera consente ai chakra di aprirsi: il passaggio nei chakra del fuoco sacro depura e avvia la rigenerazione che terminerà nell’innalzamento. Crolla la dualità e ti ritrovi ad essere in due un unico individuo che pulsa all’unisono con l’universo che inglobi e che al tempo stesso ti ingloba. Il cuore unico delle fiamme riunitesi si apre alla Coscienza Cosmica che permette la comprensione, dona consapevolezza, schiude alla compassione e all’amore.
Tutto questo, inizialmente, è faticoso da sopportare fisicamente, mentalmente e spiritualmente. Destabilizza, disorienta, sembra di non avere niente più a che fare con la realtà che fino a poco prima appariva stabile, concreta; la vivi con distacco! In verità ti senti al di sopra di tutto questo e cominci a “vedere”.
Una nuova coscienza si fa strada espandendosi e ti senti far parte di un tutto che non ha confini, che ti libera dalla convenzione, dai limiti nei quali hai vissuto: le sbarre della prigione si dissolvono. Non conosci più la paura! sei certo di quanto senti provenire dal cuore e con coraggio trovi il modo di portarlo avanti.
Concetti complessi e appartenenti alla Conoscenza, per intuizione, affiorano nell’essere. Cerchi risposte nella ricerca e quando trovi conferme ti domandi come sia possibile possederli e allora vai sempre più in profondità e ti rendi conto che è il tuo cuore che serba tali ricchezze in te, da sempre e che solo ora cominci a sperimentarle.
Stati alterati di coscienza ti portano ad avere esperienza delle vite passate, ti permettono il contatto con dimensioni superiori, ti ritrovi a poter annullare lo spazio spostando il tuo corpo astrale (bilocazione), riesci a prevedere il futuro, ad essere telepatico, con l’energia dell’Uno puoi guarire: ti apri alla Coscienza Cristica. Vuoi in tutti i modi far qualcosa muovendoti all’interno delle orme del Cristo per operare nella verità che da lui è stata predicata come via per la vera vita, quella che hai compreso essere e che desideri sia compresa dai più:

«Colui che vuole comprendere per conoscere, alla fine, si rende conto che non deve seguire le mie orme, bensì lasciare le sue spostandosi all’interno delle mie, perché è dentro che troverà se stesso, perché è dentro che si trova la gioia perduta, perché è sempre dentro che si trova la porta verso l’esterno dei mondi, l’esterno che è il vero Interno. Così la gioia non sorride a colui che raccoglie le mie parole, bensì a colui che si sposta all’interno».
(Gesù, Il Vangelo di Maria Maddalena  foglio 2, 35-44)

Home
, , ,

137 Responses to “Il risveglio della kundalini nelle fiamme gemelle”

  1. Michela Says:

    Conoscere la mia fiamma gemella è un dono che ho rievuto a 16 anni, anche se allora non sapevo nulla di tutto ciò, l’unica cosa che sentivo era che avevo incontrato la persona più giusta….Ci siamo uniti e da allora abbiamo fatto insieme cose meraviglose, l’ultima un bambino stupendo…Come molte donne, dopo il parto ho avuto la depressione, è stato l’inizio della nostra divisione! Oggi IO SONO CONSAPEVOLE di ME STESSA e di lui, ma lui non ha superato le negatività che hanno giocato x dividerci e ci sono riuscite…. è un vero fallimento perdere la parte di te con la quale sai di voler stare, ed è devastante il rapporto che si istaura, minaccia continua per il proprio IO, la propria serenità… Accettare è l’unica cosa da farsi, ma a oggi io ancora non riesco… Sicuramente in un’altra vita ci ritroveremo sullo stesso piano vibrazionale… Ma in questa ormai solo un miracolo può unirci… Siamo due vere mine, è assurdo ma è cosi.

    Reply

    • crisver Says:

      Ciao Michela ti comprendo benissimo perchè anch’io credo di aver incontrato la mia FG e l’ho purtroppo perduta….o forse soltanto persa di vista perchè se è vero che le fiamme gemelle sono due parti di una stessa unità allora la divisione è solo temporanea o illusoria perchè comunque vivendo in questo mondo imperfetto è purtroppo estremamente facile cadere preda dell’egoismo e dell’egotismo ma queste limitazioni si possono e si debbono superare! continua il tuo cammino alla ricerca di te stessa, con serenità e coraggio e non perdere mai la speranza! prima però ritrova te stessa e la tua serenità
      Con affetto

      Reply

  2. Marcella Says:

    Buongiorno a tutti/e care Fiamme Gemelle riunite e non! Oggi ho pensato di condividere con voi la mia esperienza. Ho conosciuto la mia FG nel novembre del 2011 a cui sono seguiti mesi di un rapporto bellissimo e speciale. Premetto che io non sono facile agli innamoramenti, ma appena ho visto lui ho sentito una strana forza che mi spingeva verso di lui, è strano, proprio una forza fisica come se un fantasma dietro di me mi desse un forte spintone! Era come se venissi in un certo senso risucchiata dentro di lui e dentro i suoi occhi. Purtroppo c’erano ovviamente grandi difficoltà: lui aveva una moglie, non un rapporto felice con una persona che potesse capire, ma una relazione che si trascinava da anni per interessi economici e per un figlio. Oltre a questo viviamo in due città diverse e abbiamo anche una certa differenza di età. Comunque i guai sono cominciati quando ha deciso di lasciare la moglie perché il nostro amore prima molto idealistico (per quanto anche molto fisico) si è scontrato con la realtà facendo emergere in entrambi i nostri nodi karmici non ancora sciolti. Ne è seguito uno scontro da III guerra mondiale. Il risultato è che lui adesso nemmeno mi vuole più rivolgere la parola!!!! Il suo silenzio però mi ha permesso di capire tutti i miei errori, lui è stato per me come uno specchio in cui ho visto riflessi tutti i miei difetti che mi legano al mio ego e che non mi permettono ancora di amarlo totalmente incondizionatamente. E so che anche per lui è stato così solo che ha preferito scappare di fronte a questa cosa troppo forte. Mi è capitata una FG fifona!!! Vi dico un ultimo particolare importante: lui è uno scultore e prima di conoscere me stava realizzando una scultura, pur non conoscendo niente riguardo alle FG, che rappresenta la loro unione. Io lo avevo chiamato Androgino perché ricorda la descrizione dell’Androgino di Platone, ma lui mi ha sempre detto che con quest’opera aveva voluto rappresentare quello che sarà l’uomo un giorno. Che intuizioni possono avere gli artisti! Purtroppo da quando sta male ha un blocco creativo per cui non riesce a finirla. Spero che un giorno ci riesca perché credo che sarebbe utile al mondo, potrebbe aiutare altri a capire e a ritrovarsi. Per adesso dato che lui non mi vuole nemmeno parlare, sto cercando di far evolvere me stessa nella speranza che quando sarà passato questo brutto periodo si ricordi di me e mi cerchi. Naturalmente ci sarebbero mille altre cose da dire ma alcune sensazioni, come anche voi saprete bene, sono inspiegabili a parole.
    Se avete qualche suggerimento, sono ben accetti! Auguro a tutti voi di riuscire a ritrovarvi se siete lontani perché so che la mancanza che si sente è fortissima, anche se rimane un senso di amore che riempie il cuore ugualmente.

    Reply

  3. Nat Says:

    Sto provando tutto quanto è stato descritto. Da quell’incontro non sono più la stessa persona, vivo alternativamente momenti di beatitudine a momenti di sconforto totale (non ho raggiunto la piena consapevolezza). Tuttavia ti/vi chiedo, è possibile che una Fiamma Gemella, impaurita da quanto sta accadendo, si allontani?

    Reply

  4. jessica Says:

    buongiorno a tutti, io non so se la persona che ho nel cuore in questo momento sia la mia fg e in realtá credo di aver timore di saperlo. racconterò la nostra esperienza sperando che qualcuno possa far chiarezza nell’anima…dal primo momento che ci siamo incontrati ho come riconosciuto nei suoi occhi un qualcosa di famigliare nonostante lui fosse una persona molto chiusa abbiamo immediatamente comunicato e ci siamo sentiti a casa…i suoi sguardi le sue parole la sua pelle provoca emozioni fortissime dentro di me…vicini i nostri corpi vibrano continuamente una cosa strana è la necessità di entrambi di ascoltare il nostro respiro appoggiando la pancia di uno a quella dell’altro spesso non servono parole per comunicare e l’uno termina le frasi dell’altro. a tutti e due hanno sempre spaventato le relazioni a lungo termine e le parole “per sempre” ma nonostante questo entrambi non possiamo fare a meno di pensare che ci conoscevamo prima…percorreremo questa vita insieme e non ci separeremo neanche dopo tutte le cose che ci circondano ci riportano ad un sentimento di condivisione e di unione li percepiamo entrambi come segni…da sempre ci sentiamo a casa quando pensiamo o stiamo l’uno con l’altro da due giorni lui sente un forte bruciore all’altezza del petto quando mi pensa o mi percepisce…ma quando mi chiudo e mi sente piu lontana diventa anche doloroso io non sento questa cosa ma quando lo sfioro le mie mani sembrano prendere fuoco e quando invece mi blocco e peso che tutto questo sia solo suggestione sento un gran freddo dentro …di solito mi sento piena completa…felice…tutto questo è avvenuto in 2mesi…che cosa ci sta accadendo??? se qualcuno ha la capacità, la preparazione spirituale e la voglia di aiutarci spero ci contatti…un abbraccio

    Reply

  5. Enrico Says:

    Ciao, ma secondo questo vangelo, la fiamma gemella di Gesù sarebbe Maria Maddalena?

    Reply

Trackbacks/Pingbacks

  1. Grazie dal cuore delle fiamme - Via Veritas Vita - 22 novembre, 2012

    […] un anno fa prendeva vita ViaVeritasVita, il blog per i cercatori di verità. Era un giorno speciale… e noi oggi vorremmo ringraziare […]

Leave a Reply